20 gennaio, 2017

Atolli Maldive: La Guida per Scegliere il Più Bello

Chiudi gli occhi.
Respira.
Ora crea nella tua mente la fotografia di un sublime paradiso tropicale.
Immagina di sentire il calore del sole sul tuo corpo.
Visualizza la sabbia bianca, le acque turchesi e le palme. Tuffati nel mare, senti il suo tepore, nuota in mezzo ai pesci e ai coralli colorati, tra incredibili fondali marini.
Assapora il gusto dei frutti esotici, la loro dolcezza, il loro succo.
Sei alle Maldive, tra gli atolli più belli del pianeta.
Ora apri gli occhi: è il momento di realizzare il tuo sogno.
Maldive: gli atolli più paradisiaci

Gli Atolli più Belli delle Maldive

Non è certo facile identificare gli atolli più suggestivi delle Maldive: centinaia di isole e spiagge formano questo impareggiabile arcipelago, comunemente considerato un vero paradiso terrestre.
Cercheremo comunque di listare qui di seguito alcuni tra gli atolli più belli della zona.

Se ti serve una sistemazione per dormire, non ti preoccupare: abbiamo più di 160 hotel alle Maldive. Guarda nella sezione specifica del nostro sito, oppure usa il box di ricerca in alto a destra: potrai filtrare gli alberghi in base al prezzo, alle stelle o alla zona e selezionare quello che meglio incontra i tuoi gusti.

1) Atollo di Malé Nord

È un'area molto turistica e ben servita, con numerose isole abitate.
Malé, la capitale, e l'aeroporto si trovano nella parte sud di questo atollo. Da qui è possibile organizzare delle escursioni nelle più belle spiagge delle diverse isole.
Bandos e Kuda Bandos sono note per le loro bellissime spiagge.
La laguna di Baros offre un paesaggio naturale incredibile.
Himmafushi è una vivace isoletta dove troverai belle spiagge e negozietti di souvenir tipici.
Le isole di Gaamaadhoo, Loifushi and Thulusdhoo sono considerate il paradiso dei surfisti.
L'area protetta di Banana Reef e Nassimo Thila sono il luogo perfetto per le immersioni e lo snorkeling in mezzo a coralli e pesci dai colori incredibili.
Al Manta Point potrai avere l'occasione di incontrare e osservare varie specie di mante.
Se cerchi un luogo ben organizzato ma tranquillo, l'isola di Huraa è quello giusto per te.
L'atollo Gaafaru, a nord di quest'area, è una zona isolata nota per la presenza di alcuni relitti di navi.

2) Atollo di Malé Sud

È un'ampia laguna che abbraccia una trentina di isole. La sua popolarità è decisamente in crescita, tuttavia è meno nota e affollata di Malé Nord. Qui potrai trovare splendidi resort e accoglienti guesthouse, dove vivere un'esperienza a maggior contatto con la realtà locale.
Maafushi è l'isola più famosa dell'atollo e offre un'ospitalità davvero calorosa: Kaani e White Shell sono le sue spiagge più famose.
Guraidhoo Kandu è d'obbligo per gli amanti dello snorkeling e delle immersioni.
Biyadhoo beach, nell'isola di Biyadhoo, è considerata una delle spiagge più belle della zona ed è raggiungibile da Maafushi per escursioni in giornata. In quest'isola puoi trovare anche un resort.
Le spiagge dell'isola di Fihalhohi sono meravigliose: anche quest'isola può essere raggiunta da Maafushi per gite in giornata.
La spiaggia di Oe Dhuni Finolhu si trova su di un'isola deserta: la sua sabbia bianca abbagliante e l'acqua di un blu intenso meritano decisamente un'escursione (e un bagno).
Fun island è il luogo perfetto per un soggiorno a prezzi ragionevoli. La sua spiaggia di sabbia bianca è circondata di palme, mentre il suo mare offre acque limpidissime e una splendida barriera corallina tutta da esplorare.

Forme meravigliosi tra gli atolli delle Maldive

3) Atollo di Faaful

Quasi disabitato, questo atollo è il luogo ideale per chi cerca la quiete e un ambiente incontaminato. Troverai paesaggi naturali spettacolari, un'incredibile fauna marina, sabbia bianca e acqua cristallina.

4) Atollo di Ari

Si trova nella zona ovest dell'arcipelago ed è circondato dalla barriera corallina, che lo rende luogo ideale per le immersioni e lo snorkeling. Questo atollo racchiude alcune delle isole e delle spiagge più belle delle Maldive.
Velidhu, Kudafolhudhoo, Maayafushi e Rangali sono le isole più turistiche e attrezzate dell'atollo.
Ukulhas, un'isola ben servita, offre un incredibile paesaggio naturale e sicuramente alcune delle spiagge più belle dell'arcipelago. Un vero paradiso per immersioni e snorkeling, puoi anche avere la fortuna di nuotare con grandi tartarughe marine.
Rasdhoo è una piccola isola ancorata alla tradizione e alla cultura locali, ma ben servita e organizzata. È un piccolo gioiello per sub e amanti dello snorkeling che vogliono osservare da vicino giganti creature del mare (squali martello, mante, delfini e tartarughe) e godersi da vicino la coloratissima barriera corallina.
Thoddoo è un'isola disabitata e tranquilla a nord dell'atollo di Ari. Il paesaggio naturale e la lunga spiaggia di sabbia bianca ne fanno una delle più belle spiagge delle Maldive.

Nuotare tra tartarughe, pesci e coralli nel mare delle Maldive

5) Atollo di Baa

È una tappa obbligata per gli amanti delle immersioni, e un vero paradiso naturale tanto sott'acqua quanto in superficie. Non per niente è stato dichiarato nel 2011 Riserva della Biosfera dell'UNESCO. Qui potrai trovare alcune dei luoghi più paradisiaci delle Maldive.
La spiaggia dell'isola di Fulhadhoo è considerata una delle più belle non solo delle Maldive, ma anche del mondo. Troverai qui un piccolo villaggio di pescatori e, tutt'intorno, palme, fine sabbia bianca e acque blu. È il luogo ideale per osservare la barriera corallina e nuotare con tartarughe e delfini intorno ai vicini isolotti deserti.
Fehendhoo è un'isola scarsamente popolata, dove c'è solo un piccolo villaggio. Sarai avvolto dal verde della giungla, dal bianco della sabbia e dall'azzurro del mare. Qui ti sentirai lontano dalla civiltà, in profondo contatto con la natura e con le creature marine.
L'isola di Finolhu Kanifushi è caratterizzata da una lunga lingua di terra che la collega ad altre isolette dei dintorni. La sensazione è incredibile: ti sembrerà di camminare sull'acqua.

6) Atollo di Lhaviyani

Comprende alcune delle più belle isole e spiagge delle Maldive.
La spiaggia di Kanuhura (isola di Kuredu), con la sua fine sabbia bianca, le sue palme e l'acqua paradisiaca, è una delle più famose.

Gli atolli più belli delle Maldive - Isola di Kuredu

7) Atollo di Shaviyani

Le spiagge di questo atollo sono meravigliose.
Shaviyani, nella zona nord dell'arcipelago, è uno dei luoghi meno turistici e più incontaminati delle Maldive: un paradiso nel paradiso.

Ora che ti sei fatto un'idea sugli atolli delle Maldive, sulle isole più incontaminate e sulle spiagge più belle di questo meraviglioso arcipelago nel cuore dell'Oceano Indiano, devi solo scegliere l'atollo ideale per te, prenotare la tua vacanza e vivere il tuo sogno.

30 dicembre, 2016

Dove Andare in Vacanza a Gennaio al Mare e al Caldo

Cosa ti viene in mente se accostiamo le parole "vacanza", "gennaio", "mare" e "caldo"?
Chiudi gli occhi e immagina.
Paradisi esotici. Il calore del sole sulla pelle. Il profumo del mare.
Sabbie bianche, acque turchesi, palme, panorami mozzafiato e giungle selvagge.
Condisci con escursioni nella natura, snorkeling, immersioni, sport vari e, perché no, un po' di storia, archeologia, cultura e tradizione.
Poi vita notturna, musica e ritmi caraibici.
Come dessert, frutti esotici, dolci e succosi: cocco, mango, papaya, ...
Ora apri gli occhi. Era solo un sogno?
Trasformalo in realtà.
Cerca la tua meta ideale, prenota la tua vacanza e realizza subito i tuoi desideri.

1. Canarie a Gennaio

Le isole Canarie, con temperature invernali medie intorno ai 20°, sono la meta ideale per chi è alla ricerca di un posto caldo, di mare limpido e spiagge incontaminate, senza uscire dall'Europa.
Delle 7 isole, tra le più convenienti in inverno ti segnaliamo Tenerife, di cui abbiamo parlato più volte (qui per le sue spiagge più belle, qui invece per un Natale o un Capodanno al caldo).
Fuerteventura, caratterizzata dai paesaggi più vari e da natura a tratti ancora selvaggia, ha splendide baie, acque cristalline e ampie spiagge dalla sabbia bianchissima: è un paradiso per gli amanti degli sport su tavola.
Lanzarote, con i suoi paesaggi vulcanici lunari, presenta suggestive spiagge dai colori contrastanti, da quelle vulcaniche nerissime a quelle di sabbia bianchissima.

Canarie a gennaio: vista su spiaggia di Tenerife

2. Capo Verde

Questo arcipelago di isole vulcaniche a ovest del Senegal, immerso nell'Oceano Atlantico, è un'ottima meta per chi dall'Italia non vuole fare un viaggio aereo troppo lungo e cerca posti spettacolari, possibilmente a buon prezzo.
Luogo paradisiaco con temperature sopra i 20°, le sue 10 isole offrono tutti i tipi di paesaggi, dai più turistici ai più desertici, selvaggi e incontaminati.
Se hai un po' di tempo, l'ideale è fare un tour tra le isole.
Se cerchi fine sabbia bianca e acqua turchese, le isole ideali per fare vita da spiaggia sono Ilha do Sal, Ilha do Mal e Boa Vista.

Per gli hotel, puoi dare un'occhiata alle nostre proposte che includono un'ampia scelta di strutture per accontentare le esigenze e i gusti di tutti.

Vacanze a gennaio a Capo Verde, con sabbia bianca e acque cristalline

3. Cuba

Se sogni i Caraibi a prezzi convenienti, cerca le offerte su Cuba. Quest'isola è ospitalità, atmosfera avvolgente, colore, musica e ritmi latini, odori e sapori della sua cucina tipica, profumo di sigari e di rhum, acque tiepide e limpidissime, spiagge abbaglianti (tra le più belle: Varadero e le spiagge dell'isola di Cayo Largo) e temperature ideali tra i 20 e i 27°.
E poi c'è L'Avana che, tra profonda cultura e altrettanto profonde contraddizioni, ti inebria delle sue architetture, della sua vitalità, dei suoi colori, dei suoi suoni e odori, di giorno e di notte: immancabile "perderti" nell'intreccio delle sue strade.

Viaggi a gennaio: Cuba e L'Avana sono in cima alle preferenze degli Italiani

4. Messico

Il Messico è un'altra possibile meta per le tue vacanze a gennaio alla ricerca del winter sun, il sole d'inverno. La varietà di zone e paesaggi lo rende luogo ideale per tutti i gusti.

La penisola dello Yucatan, bagnata dall'Oceano Atlantico, è un paradiso tropicale che non solo ti offre splendidi paesaggi marini, ma ti permette anche di immergerti nell'affascinante storia della civiltà Maya.

Per i tuoi bagni nelle tiepide acque cristalline messicane puoi scegliere tra le località più turistiche e attrezzate, come Playa del Carmen, Cancun, Puerto Escondido, o le spiagge incontaminate e meno note della Isla Mujeres (Cancun), di Tulum (con un suggestivo sito Maja a picco sul mare) o di Majahual.

Baja California, bagnata dall'Oceano Pacifico da una parte e dal Golfo della California dall'altra, racchiude spiagge di sabbia dorata, parchi naturali, natura incontaminata e biosfere con fauna marina e terrestre tipiche, tra cui iguane e tartarughe marine. Le temperature di norma non scendono sotto i 17°.

Dove andare in vacanza a gennaio: Messico, Tulum

5. Thailandia

La Thailandia è il luogo perfetto per chi vuole vivere una vacanza da sogno respirando profumo d'Oriente, cultura antica e paesaggi esotici, anche se certo non è tra i posti più economici.

Qui potrai vivere il brulicare del mercato galleggiante di Bankgok sulle tradizionali barche, la cultura e la sacralità degli antichi e splendenti templi buddisti, sperimentare la vita dei villaggi lungo i fiumi e goderti lo spettacolo offerto dal mare, dalle spiagge e dai tramonti dell'isola di Phuket (e dalle sue temperature, che oscillano tra i 23 e i 30°).

Se invece cerchi luoghi meno turistici e incontaminati che ti offrano paesaggi da cartolina, gite nella giungla e docce sotto le cascate, la scelta è davvero ampia: tra le diverse isole thailandesi ti segnaliamo Koh Samui, sempre più gettonata, Koh Chang e Koh Phi Phi, celebre per i suoi tramonti.
  Gennaio al caldo in Tailandia

6. Florida

Sogni le spiagge americane a gennaio? Allora la Florida è quello che fa per te.
Anche a Miami Beach puoi respirare un clima latino e quasi caraibico, con temperature che difficilmente scendono sotto i 20° e che spesso e volentieri riservano calde sorprese, spiagge sabbiose in cui rilassarti al sole, mare invitante e vita notturna.
Se scegli Miami Beach, ecco i migliori hotel dove alloggiare.

Posti caldi a gennaio: Florida e Miami
Se viaggi con bambini, potrai esaudire un loro sogno: a Orlando, in questo periodo dell'anno, non solo troverai uno splendido clima, ma anche ottime offerte per Disney World. Oltre 300 gli alberghi tra cui scegliere a Orlando e dintorni.

7. Seychelles e Maldive

Queste sono in assoluto le mete ideali se:
  • sei affascinato dal richiamo esotico dell'Oceano Indiano
  • vuoi la spiaggia da film su cui hai sempre fantasticato
  • cerchi uno scenario da paradiso perduto immerso in acque turchesi
Sappi però che qui non puoi badare troppo a spese, anche se, organizzandosi per tempo, si possono trovare ottime offerte.

L'arcipelago delle Seychelles, con le sue 115 isole, alcune più turistiche (Mahé, Praslin, La Digue), altre meno note, offre i più diversi paesaggi e i più incredibili fondali. Non per niente sono il paradiso dei divers.
Per il tuo soggiorno alle Seychelles, guarda la nostra selezione di hotel stellati.

Vacanze al caldo a gennaio alle Seychelles

E che dire delle Maldive? Immagina di nuotare in un mare di atolli, immerso in acque trasparentissime, circondato da sabbie bianchissime, coralli e pesci coloratissimi. I superlativi assoluti non possono che abbondare. Tantissimi anche gli hotel tra cui scegliere.

Il mare a gennaio: Maldive
Dopo le feste e le abbuffate con amici e parenti, gennaio è dunque uno dei momenti migliori per realizzare il viaggio esotico che hai sempre sognato, a prezzi decisamente più convenienti che in altri momenti dell'anno.
É arrivato il momento di tirare fuori costume da bagno, asciugamano e ciabatte. Corri anche tu a rilassarti in qualche caldo luogo paradisiaco!

16 dicembre, 2016

Sciare in Austria, Svizzera o Slovenia... Perché No?

Ormai siamo nel pieno della stagione invernale: la neve ha iniziato a imbiancare le cime più alte e gli impianti sciistici sono tutti aperti e funzionanti.
Già qualche settimana fa, avevamo dedicato un post alle vacanze sulla neve, descrivendo quelle che per noi sono tra le 10 località sciistiche più belle d'Italia.
Però, tra i nostri lettori, c'è anche chi magari desidera organizzare una settimana bianca all'estero, non troppo lontano dai confini italiani (tanto più che alcuni paradisi sciistici nell'Italia del Nord sono collegati attraverso i comprensori a piste oltre confine).
La bella notizia è che in Europa ci sono posti meravigliosi, noti e meno noti, dove trascorrere le tue vacanze sulla neve.

Quali sono dunque le località sciistiche migliori per sciare in Europa?
Abbiamo fatto le nostre ricerche e preparato una lista con le 5 migliori località sciistiche d'Europa: dall'Austria alla Svizzera, dalla Francia alla Grecia passando per la Slovenia, l'Europa offre un ampio e variegato panorama sciistico, per tutti i gusti e per tutte le tasche. Scoprilo insieme a noi!

Sciare in Svizzera

1. Sciare in Austria

Kitzbühel (Tirolo)
Questo grazioso paese medievale incastonato tra i monti è una rinomata località sciistica moderna, elegante e attrezzata, ma tipica e tradizionale al tempo stesso. È inserita nel vasto comprensorio dello Skiwelt, con impianti modernissimi, 284 km di piste per tutti i livelli, piste da fondo, da slittino, numerosi punti ristoro tipici, 4 fun park in un contesto panoramico splendido.
Intorno a Kitzbühel ci sono 170 km di piste da sci alpino, 60 km di piste da fondo e 2 snowpark per gli snowboarder. Puoi provare l'ebbrezza di una sciata in notturna nella famosa pista illuminata di Asten.
La pista più famosa è la Streif, la pista di discesa libera del circuito di Coppa del Mondo.

Guarda gli hotel dove puoi alloggiare a Kitzbühel.

Sciare in Austria a Kitzbuhel

St. Anton (Tirolo)
Molto bella e ospitale è anche la zona di St. Anton, sempre in Tirolo. Le località sciistiche di St. Anton-St.Cristoph-Stuben, Lech-Oberlech-Zürs e quelle unite di recente di Schröcken e Warth (del vicino Länder di Vorarlberg) formano il comprensorio Ski Arlberg: oltre 300 km di piste con impianti moderni che non hanno deturpato il paesaggio montano, mantenendone invece il suo spirito tradizionale.
Apprezzata da sciatori esperti e amanti del fuoripista, quest'area è ideale per tutti i livelli e per la pratica di altri sport invernali, come lo snowboard e lo sci da fondo.
Consulta i nostri migliori hotel a St. Anton Am Arlberg.

St Anton tra le località sciistiche dell'Austria

Nassfeld Pramollo
È una vivace località in Carinzia al confine con l'Italia. Ben attrezzata e curata, con ottime strutture alberghiere e facilmente raggiungibile dall'Italia, è in costante ascesa. Il comprensorio circostante, con i suoi 110 km di piste di sci alpino e gli impianti più moderni incontra le esigenze di tutti gli sciatori. Inoltre offre fuoripista, 80 km di piste da fondo, piste illuminate per le sciate in notturna, piste da slittino (anche in notturna), percorsi per principianti, aree gioco per bambini, pattinaggio sul ghiaccio naturale del Pressegger See e del Weissensee, passeggiate con le ciaspole e 2 imperdibili snowpark per lo snowboard con le attrazioni più adrenaliniche.

2. Sciare in Svizzera

Zermatt
Questo caratteristico paese del Cantone Vallese, a 1620 metri d'altezza, abbracciato dal Monte Rosa e dominato dal Cervino (Matterhorn in tedesco), è un vero gioiello.
La zona intorno a Zermatt offre numerose attività durante tutto l'anno, ma è d'inverno che dà il meglio di sé. Zermatt fa parte del comprensorio sciistico Matterhorn Ski Paradise che, con i suoi 350 km di piste, si collega a quelle italiane di Breuil Cervinia attraverso Valtournenche. E un paradiso lo è davvero, avvolto com'è dalle montagne più alte d'Europa che offrono un colpo d'occhio a dir poco spettacolare.
In paese non ci sono automobili, ma solo auto elettriche e i collegamenti sono assicurati dalla ferrovia. Le strutture sono organizzate e accoglienti, gli impianti di risalita moderni, ben tenuti e rigorosamente ecologici, le piste ampie e rispettose dell'ambiente.
Intorno a Zermatt si sviluppano 183 km di piste divise in 5 aree sciistiche ad alta quota, che ti fanno sentire a un passo dal cielo (e che d'estate diventano luoghi ideali per le escursioni):
  • Mattherhorn Glacier Paradise: si arriva a 2939 metri e offre un panorama mozzafiato su Cervino, Monte Rosa, Monte Bianco e Alpi Svizzere
  • Rothorn Paradise: regala un incredibile punto panoramico a 3100 metri
  • Sunegga Paradise: ideale per le famiglie, ci si arriva attraverso una funicolare sotterranea e si collega facilmente con le piste di Rothorn e Gornergrat
  • Gornergrat: con i suoi 3089 m d'altezza offre una splendida vista panoramica sulle Alpi Svizzere. Ospita il Klumhotel, l'hotel più ad alta quota della Svizzera, ed è l'ultima fermata del suggestivo trenino elettrico che da Zermatt compie un ripido percorso panoramico fermando in varie località
  • Schwarzersee: la valle ai piedi del Cervino è dominata dal Lago Nero e offre un accesso diretto alle piste del comprensorio. 
Zermatt, località sciistica in Svizzera

Zermatt offre ancora sentieri per il fuoripista, pattinaggio e hockey su ghiaccio, uno stadio per il curling che ospita importanti tornei, gite in slittino.
Non perderti assolutamente la visita al Palazzo del Ghiaccio, a 15 metri sotto il ghiaccio del Mattherhorn Glacier Paradise, a cui si arriva attraverso un ascensore.
Ricordati inoltre che in Svizzera il casco è obbligatorio fino a 14 anni.
Ecco dove puoi dormire in zona.

3. Sciare in Slovenia

La Slovenia offre una soluzione interessante per chi cerca un posto abbastanza economico, ma al tempo stesso piacevole dove trascorrere la settimana bianca, in un contesto naturale a tratti ancora incontaminato. Le piste sono belle e gli impianti efficienti, anche se non sempre modernissimi, in comprensori tuttavia piuttosto piccoli. Sono zone molto fredde e questo garantisce un buon innevamento per circa 100 giorni l'anno.

Triglav
Il Parco Nazionale del Triglav collega il comprensorio italiano di Sella Nevea, sulle Alpi Giulie, con quello sloveno di Kanin (comune di Bovec). L'offerta non manca: piste da discesa e da fondo, fuoripista, bellissime aree per lo snowboard e lo sci freeride.

Sciare in Slovenia sulle piste del Parco del Triglav


Kranjska Gora
A nord del Parco Nazionale del Triglav si apre la Valle Superiore della Sava e qui, al confine tra Austria e Italia, si trova Kranjska Gora, località sciistica nota anche per le gare di coppa del mondo di slalom e slalom gigante. Il piccolo comprensorio offre 20 km di piste da discesa di varia difficoltà; quelle più tecniche si sviluppano nell'area di Podkoren. Questa zona offre anche 40 km di piste per il fondo, sci d'alpinismo, scalata sul ghiaccio, pattinaggio sul lago ghiacciato, sciate notturne, gite in slittino e in slitte trainate dai cani.

Pohorje e Maribor
Il monte Pohorje, nei dintorni della bella città di Maribor, dispone del più grande comprensorio sciistico della Slovenia, noto per ospitare ogni anno le gare femminili di Coppa del Mondo di slalom speciale e slalom gigante. Il Moriborsko Pohorje presenta 60 km di belle piste di sci alpino, una pista illuminata, 30 km di piste da fondo immerse nei boschi e nella natura. Inoltre, si tratta di una zona termale, e non c'è niente di meglio che un rilassante bagno in acque calde dopo una lunga giornata sugli sci.
Per trovare una sistemazione di tuo gradimento, guarda le nostre offerte hotel a Maribor.

4. Sciare in Francia

Le Alpi francesi costituiscono un altro paradiso degli sciatori e offrono numerosi comprensori molto ampi con panorami stupendi e piste tutte collegate tra loro.
Per la tua settimana bianca in Francia hai decisamente l'imbarazzo della scelta e tutto dipende dai tuoi gusti e dai tuoi desideri. Molte località sciistiche francesi non sono percorribili in auto e sono messi a disposizione ampi parcheggi, efficienti servizi di navetta e passaggi su slitte trainate da cavalli.

Le Trois Vallèes
Se ami perderti in chilometri di piste allora il comprensorio Le Trois Vallèes fa per te: 600 km di ampie piste da discesa e 130 km per il fondo distribuite lungo le 3 vallate di Val Thorens - Les Menuires, Valle di Meribel e Valle di Courchevel.

Val Thorens
Particolarmente spettacolare è la Val Thorens che, dominata dal monte Péclet Polset (3500 m) e collocata in alta quota (a 2300 m) ti dà l'opportunità di sciare godendo di uno scenario naturale unico. Naturalmente anche questa comprensorio accoglie tutti i turisti della neve, offrendo opportunità di svago a 360°: sci d'alpinismo, carving e telemark, escursioni sulla neve e piste di snowboard.

Chamonix
Rinomata località ai piedi del Monte Bianco, facilmente accessibile dall'Italia, Chamonix offre l'opportunità davvero unica di sciare sul monte più alto d'Europa.
La funivia del massiccio di Aiguille du Midi (3842 m), che domina il paese, consente di raggiungere quote ragguardevoli e di provare la sensazione di toccare il cielo con un dito. Un ascensore ti porta fino alla vetta, per offrirti uno spettacolo che ti riempirà gli occhi e ti smorzerà le parole. Il costo per un adulto di una corsa andata-ritorno da Chamonix alla terrazza panoramica a 3777 m è sui 60 euro.
Chamonix offre l'accesso a un comprensorio di 150 km di piste per tutte le difficoltà, intorno alla vallata o in alta quota. Il paese è piacevole, vivace, pronto ad accogliere turisti di tutte le età e dar loro ciò che cercano, tra relax e divertimento, sulla neve e non.
Molto ricca l'offerta ricettiva a Chamonix in termini di hotel e alberghi.

Chamonix, rinomata località sciistica in Francia

Avoriaz
È il luogo giusto se cerchi un posto meno turistico e più tranquillo (qui non ci sono auto), ma che sia al tempo stesso accogliente e offra diverse possibilità. Fa parte dell'immenso comprensorio del Portes du Soleil che comprende 650 km di piste per tutte le difficoltà e tutti i gusti: offre i più diversi panorami e si collega anche ad alcune località svizzere.
Il comprensorio intorno al paese racchiude 130 km di piste, che soddisfano comunque tutte le esigenze e sono suddivise in 4 settori: Lindaret, Fornet, Super Morzine e Haut-Forts (con le piste più impegnative). Famosa è la pista nera di discesa del circuito di coppa del mondo chiamata appunto Coupe du Monde.
Skipass: 42 euro in alta stagione.

5. Sciare in Grecia

Avresti mai pensato di poter conciliare sci e archeologia? Potrebbe sembrare un posto insolito per andare a sciare, ma la Grecia continentale presenta zone montuose abbastanza elevate e piuttosto fredde in inverno, tali da consentire una discreta attività sciistica a prezzi bassi. I comprensori sono piccoli, ma forniti di tutto il necessario e spesso immersi in contesti naturali molto affascinanti.

Parnasso Ski Center: a circa 3 ore da Atene, il comprensorio del monte Parnasso (tra 1640 e 2260 metri), il più ampio della Grecia, ha tutto quello che serve per garantire ai visitatori un ottimo soggiorno. Offre 36 km di piste per i diversi livelli, 2 piste per principianti, fuoripista, snowboard, passeggiate sulla neve. Inoltre, l'area è ben servita e attrezzata con ristoranti e strutture ricettive a costi contenuti.
Skipass: 30 euro in alta stagione.

Kalavryta Ski Resort: non lontana da Atene, questo comprensorio molto grazioso sul monte Helmos, tra 1650 e 2340 metri d'altezza, ha circa 20 km di piste per le varie difficoltà, ed è attrezzato anche per lo snowboard.

Altre interessanti zone sciistiche sono il Monte Pelion Ski Center, vicino all'antica città di Volos, che offre un suggestivo paesaggio tra mare e montagna, e ancora Vermio e Vasilitsa in Macedonia.

Tra poco ci saranno le vacanze natalizie, e non c'è momento migliore per organizzare una vacanza last minute sugli sci o pianificare la tua settimana bianca più avanti nella stagione.
Non ti resta che decidere la meta più giusta per te, in Italia o in Europa, prenotare quanto prima e pregustare il relax e il divertimento sulla neve.

28 novembre, 2016

Settimana Bianca, Dove Sciare: Le 10 Località Sciistiche Top in Italia

All'arrivo dei primi freddi e della prima neve c'è chi trema, ma c'è anche chi gongola: sono gli amanti degli sport invernali. Per loro l'abbassamento delle temperature è la sveglia per destare sci, scarponi e bastoncini dal loro letargo e andare alla ricerca delle offerte per una settimana bianca all'insegna dello sport, del divertimento, del contatto con la natura e di panorami mozzafiato.

Dove andare a sciare dunque?
Dove cercare la scuola sci per i propri bambini?
In Italia c'è solo l'imbarazzo della scelta.

Vacanze sulla neve 2016-17: i migliori posti per sciare

1. BREUIL CERVINIA (Valle d'Aosta)

Cervinia si collega alla località di Valtournenche e di qui alle celebri piste svizzere di Zermatt. Queste tre località fanno parte del comprensorio Matterhorn Ski Paradise, che offre 350 km di splendide piste (e diversi circuiti da fondo) sovrastate da questi incredibili giganti della natura che sono il Cervino e il Monte Rosa.
È il luogo perfetto per le famiglie e per chi sta imparando a sciare: offre principalmente piste intermedie e facili, e alcune per super esperti. Le piste si trovano a quote piuttosto elevate e questo garantisce buon innevamento e impianti aperti per buona parte dell'anno. La pista più famosa del comprensorio è la Ventina: 11 km e 1500 metri di dislivello, su cui fa da guardiano attento il Cervino (4478 m), tenuto d'occhio in lontananza dal Monte Bianco e dal Gran Paradiso. Molto ampia, è adatta anche a sciatori meno esperti.

Skipass giornaliero: 46 euro in alta stagione.
Curiosità: sul Plateu Rosa (a 3500 m) si può sciare anche d'estate.

Se scegli Breuil Cervinia per trascorrere le tue vacanze sulla neve, ti invitiamo a consultare le nostre offerte hotel nella zona.

Vista del Cervino, uno dei luoghi ideali per la settimana bianca 2016-2017

2. LA THUILE (Valle d'Aosta)

È un bellissimo comprensorio attrezzato e moderno tutto da scoprire. Fa parte del più ampio comprensorio sciistico Espace San Bernardo sul confine italo-francese: offre l'accesso a 160 km di piste e suggestive viste panoramiche sul Monte Bianco. Da qui si possono raggiungere con gli sci gli impianti francesi di La Rosiére.
La Thuile è un paradiso di possibilità: piste da fondo, snowkite con vista sul Monte Bianco, freeride, eliski e diverse aree gioco sulla neve per bambini. Se stai trascorrendo qui la tua settimana bianca non perderti qualche ora alle terme di Pré-Saint-Didier, con vasche all'aperto con vista sul Monte Bianco. A La Thuile si trova la pista Tre Franco Berthod, una delle nere italiane più difficili e per un tratto con la maggior pendenza (73%).

Skipass giornaliero: 43 euro.
Curiosità: la Thuile è famosa anche per la produzione di cioccolato.

Guarda la selezione di hotel che abbiamo da offrirti a La Thuile per la tua settimana bianca.

La Thuile, uno dei più bei comprensori sciistici per le vacanze in montagna

3. SESTRIERE in Val di Susa (Piemonte)

Località molto "in" a pochi chilometri dal confine con la Francia, sorta per volontà della famiglia Agnelli, fa parte del vasto comprensorio sciistico Via Lattea che comprende 400 km di piste perfettamente attrezzate. Il complesso sciistico di Sestriere, recentemente rinnovato per i Giochi Olimpici Invernali (2006), conta 164 km di piste per tutti i livelli.
Da Sestriere si può arrivare ad altre 2 importanti stazioni sciistiche della Via Lattea, Sansicario e Sauze d'Oulze. Sestriere offre mille altre opportunità: sci da fondo, sci notturno, escursioni in motoslitta o con le ciaspole, sleddog, eliski, pattinaggio sul ghiaccio.

Skipass giornaliero: 37 euro.
Curiosità: la pista Kandahar Giovanni Alberto Agnelli ospita le gare di Coppa del Mondo di slalom, la pista Banchetta Giovanni Nasi quelle di discesa libera.

Ecco gli hotel dove puoi alloggiare a Sestriere.

Vacanze sulla neve a Sestriere

4. LIVIGNO in Valtellina (Lombardia)

Il comprensorio di Livigno è considerato uno dei più moderni d'Italia, perfettamente attrezzato sia in termini di impianti sciistici (115 km di piste da discesa, 30 km di anelli da fondo) che di strutture ricettive. Con le terme di Bormio a soli 40 minuti, questa località (detta "Piccolo Tibet" per le rigide temperature) permette di conciliare gli sport invernali con il relax degli impianti termali e l'ottima cucina tipica. Se ami lo snowboard non perdere il parco del Mottolino, che ospita tra l'altro importanti competizioni.

Skipass giornaliero: 46 euro.
Curiosità: zona di confine, offre grandi occasioni di shopping grazie al duty-free.

Per le tue vacanze in montagna, dai un'occhiata ai nostri migliori hotel a Livigno e dintorni.

Piste da sci a Livigno

5. DOLOMITI VENETE e Cortina D'Ampezzo

Le Dolomiti non hanno bisogno di presentazioni. Il Dolomiti Superski, con i suoi 1200 km di piste moderne e attrezzatissime circondate da paesaggi incredibili, è il più grande comprensorio sciistico d'Europa. All'interno di questo vasto comprensorio è compreso il circuito della Sellaronda, o giro dei 4 passi, uno degli ski-tour più suggestivi delle Alpi, che collega le 4 valli che circondano il gruppo Sella: Arabba (Veneto), Val Di Fassa (Trentino), Val Gardena e Val Badia (Alto Adige). Per decidere la località più in linea con i tuoi gusti consulta il sito http://www.dolomitisuperski.com/it/zona-sciistica/dolomiti-superski.

Sciare a Cortina

Cortina d'Ampezzo, meta dei vip, ospitale, mondana e servitissima ha forse la pecca di essere un po' isolata e non ben collegata al comprensorio di cui fa parte. Ma oltre a garantire relax, shopping da urlo e divertimento da dieci e lode, Cortina offre 140 km di piste, per tutti i gusti e tutti i livelli, suddivise in 3 principali zone, paesaggisticamente uniche: Pocol-Tofana, Cinque Torri e Lagazuoi, Faloria-Cristallo. Cortina rappresenta un paradiso per i fondisti, gli amanti dello sci d'alpinismo e chi adora fare escursioni e godersi gli splendidi paesaggi invernali, tra boschi, montagne innevate e cieli tersissimi.

Skipass giornaliero: 52 euro in alta stagione.
Curiosità: la pista Olympia delle Tofane ospita ogni anno la coppa del mondo.

Trova l'hotel di Cortina che meglio risponde alle tue esigenze.

6. ALTA BADIA (Alto Adige, provincia di Bolzano)

È considerata da molti il più bel comprensorio sciistico d'Italia. Servita e attrezzata, oltre alle moderne piste quest'area offre ai turisti ottimi alberghi e rinomati ristoranti. Le sua ampie piste, per tutti i livelli, collegano numerose località sciistiche, tra cui La Villa, San Cassiano e Corvara (su questa pagina puoi trovare le nostre migliori offerte hotel a Corvara). Da qui si può accedere al circuito della Sellaronda, attraverso Colfosco e il passo Gardena. Assolutamente imperdibile per chi ama sciare e cerca paesaggi memorabili.
Tra le piste più famose troverai qui la Gran Risa, che ospita la Coppa del Mondo di slalom gigante e la pista Armentarola. Qui c'è pane per i denti di tutti gli amanti della neve e degli sport invernali: nove piste da fondo, piste da freeride, percorsi per lo slittino, uno snowpark per gli amanti dello snowboard, 4 parchi gioco sulla neve per bambini, salite per sci d'alpinismo con le guide, e sentieri per le escursioni con le ciaspole.

Skipass giornaliero in alta stagione: 52 euro.
Curiosità: l'Alta Badia fa parte del comprensorio Dolomiti Superski.

Il circuito della Sellaronda, ideale per chi ama sciare immerso in un paesaggio da favola

7. VAL GARDENA (Alto Adige)

Anche questa zona sciistica è una delle più amate in Italia da chi pratica lo sci a tutti i livelli, ed è apprezzata anche a livello mondiale. Le 3 principali località della zona, Selva di Val Gardena, Ortisei (consulta gli hotel disponibili in zona) e Santa Cristina sono accoglienti, gli impianti moderni ed efficienti, i paesaggi offerti dal Sasso Lungo e dal Gruppo Sella indimenticabili. Con lo skipass Val Gardena-Alpe di Siusi la valle offre ben 175 km di piste da discesa e 115 km da fondo. Da qui è possibile il collegamento con il comprensorio Dolomiti Superski  e l'accesso a circa 500 km di piste con lo stesso skipass. Attraverso Selva di Valgardena ci si collega al circuito di Sellaronda. Anche qui non mancano numerose altre opportunità: freeride, aree organizzate per il freestyle, aree gioco per bambini.

Skipass giornaliero in alta stagione: Val Gardena-Alpe di Siusi, 52 euro. Dolomiti Superski, 57 euro.
Curiosità: una delle piste più note è la celebre nera Saslong dove gareggiano i campioni di coppa del mondo di discesa libera e SuperG, cui si accede da Santa Cristina lungo il Ciampinoi.

8. VAL DI FASSA (Trentino)

Comprende 9 comprensori sciistici che offrono 200 km di piste per tutte le capacità. Il più noto è quello nei dintorni di Canazei (guarda i nostri hotel in città), che si collega alla Val Gardena e ad Arabba attraverso Sellaronda, entrando quindi a far parte del comprensorio Dolomiti Superski. Con lo stesso skipass si hanno così a disposizione ben 500 km di piste nello splendido contesto delle Dolomiti.
Dalla Val di Fassa si arriva anche ad altre zone sciistiche di notevole bellezza, come Moena, Falcade, il passo San Pellegrino, la Val di Fiemme, le bellissime piste di Obereggen e le piste del Lago di Carezza in Alto Adige.
Non mancano 70 km di anelli per gli amanti dello sci da fondo. Famosa tra i fondisti è la lunga e suggestiva pista della Marcialonga, tra la Val di Fassa e la Val di Fiemme, in mezzo ai boschi.

Skipass giornaliero in alta stagione: 48 euro.
Curiosità: la Marcialonga passa in mezzo alla centenaria foresta di Paneveggio detta "foresta dei violini", il fitto bosco di abeti rossi da cui si dice che Stradivari ricavasse il legno per i suoi celebri violini.
Snowboarding a Canazei

9. MADONNA DI CAMPIGLIO (Trentino)

È la vecchia signora delle località sciistiche dell'arco alpino, con una vista da sogno sulle Dolomiti del Brenta e il ghiacciaio dell'Adamello. A Madonna di Campiglio non manca nulla: ospitale, mondana ed elegante, unisce tradizione e modernità. Esiste da quando esiste lo sci, ma i 60 km di piste che la circondano e i suoi impianti sono sempre al passo coi tempi. Tra le piste più famose ci sono la storica pista 3-Tre, la Spinale Direttissima per gli sciatori più esperti, che arriva fino in paese, e la pista panoramica Graffer, perfetta per i principianti.

Ecco i migliori alberghi di Madonna di Campiglio dove dormire.

Vacanze sulla neve a Madonna di Campiglio

Madonna di Campiglio fa parte della Skiarea Madonna di Campiglio insieme a Pinzolo, Folgarida e Marilleva, che comprende 150 km di piste da discesa e una da fondo di 50 km. L'Ursus Snowpark di Madonna di Campiglio è il paradiso dello snowboard freestyle.

Skipass giornaliero in alta stagione: 49 euro.
Curiosità: la celebre pista Fis 3 – Tre storicamente ospitava tutte le discipline di Coppa del Mondo. Oggi ospita le gare di slalom e slalom speciale nel suo tratto finale, il Canalone Miramonti, che ha visto trionfare per tre volte Alberto Tomba.

10. FOLGARIA (Trentino)

A pochi chilometri da Rovereto, questa località sciistica, organizzata e accogliente, è sempre più apprezzata. Amata dai giovani, è perfetta anche per le famiglie. Folgaria rientra nella Skiarea Alpe Cimbra e nello Skirama Adamello Brenta. Con Fiorentini e Lavarone costituisce lo Skitour dei Forti, un percorso sugli sci alla scoperta delle fortificazioni della Grande Guerra.
Le piste piu famose di quest'area sono la Salizzona Fondo Grande (rossa), la Agonistica (nera) e la nera Avez del Prinzep di Lavarone. Famose sono anche le piste di sci da fondo che ospitano importanti competizioni internazionali. Il comprensorio offre altre opportunità: 2 swnowpark per gli amanti dello snowboard, slittino, snowtubing, pattinaggio sul ghiaccio, baby park sulla neve, sleddog e passeggiate sulle ciaspole.

Skipass giornaliero: 40 euro.
Curiosità: nel periodo natalizio  non perderti i mercatini di Natale di Rovereto.

D'inverno le montagne si trasformano in enormi parchi divertimento all'aperto, e con le loro aree curate e attrezzate offrono attività per tutti i gusti, per sciatori e non, per giovani, meno giovani e famiglie.
Vivere la montagna d'inverno vuol dire relax, divertimento, sport, gioco, ma anche contatto diretto con la natura, con la cultura del luogo, con la cucina tradizionale.
La montagna d'inverno si respira, ha il profumo di legno bruciato proveniente dalle baite, dei cibi bollenti, delle bevande calde, dell'aria tersa che ghiaccia le narici.
La montagna d'inverno è la confusione delle piste che si ammutolisce all'improvviso nella maestosità dei giganti di roccia che ti circondano in un abbraccio magico.
Se vuoi provare tutto questo, non perdere un minuto di più, la stagione sciistica è alle porte.
Cerca il luogo più adatto a te e alle tue esigenze e prenota subito la tua settimana bianca!

11 novembre, 2016

Natale e Capodanno a Tenerife per Festeggiare al Caldo

Sogni di passare Natale o Capodanno al caldo, possibilmente a prezzi ragionevoli e non troppo lontano da casa?

La risposta è Tenerife.
Con un clima tiepido anche d'inverno (tra i 20 e i 25° C durante il giorno, a seconda della zona) e ottimamente servita con voli low-cost dai principali aeroporti italiani, questa stupefacente isola delle Canarie è il posto giusto per te.

Tenerife è molto gettonata durante tutto l'anno e si può dire che non conosca bassa stagione; tuttavia è possibile trovare ottime offerte proprio per i periodi di Natale e Capodanno.
L'aria mite ti consente di godere l'estate anche durante i mesi invernali dedicandoti a una rilassante vita da spiaggia (in questo post trovi le più belle spiagge di Tenerife); ma sempre di oceano si tratta e quindi l'acqua è piuttosto fredda.

Playa del Benijo a Tenerife

La zona sud, la più calda nel periodo invernale, è per chi ama le aree turistiche ben servite e organizzate: in altre parole, la massima resa al minimo sforzo, con rilassante vita da spiaggia e intensa movida notturna.

L'area a est è perfetta per chi è alla ricerca di luoghi dove praticare i più classici sport acquatici, come surf, windsurf o kitesurf.

L'ovest e il nord, meno turistici e a tratti incontaminati, ma anche più ventosi e freschi, sono per chi ama la tranquillità, la pace e le gite alla scoperta dell'isola.

Nonostante il sole e il caldo, l'atmosfera natalizia è garantita, con quel trasporto e calore tipicamente ispanici che ti coinvolgeranno. Non mancheranno le decorazioni di Natale, le rappresentazioni della natività nelle più diverse forme artistiche, i festeggiamenti per la vigilia, per il 25 e per il nuovo anno.

Los Gigantes a Tenerife

Vigilia di Natale e Natale a Tenerife

I locali e ristoranti, pronti ad accogliere turisti tutto l'anno, creeranno un perfetto clima natalizio offrendo speciali menù il giorno della vigilia, il giorno di Natale e naturalmente per il veglione di Capodanno.
2 consigli: prenota per tempo e naturalmente, occhio a menù e prezzi!
Attenzione però. La cena della vigilia è un momento molto importante per la gente del posto che, tendenzialmente, vorrà trascorrerla in famiglia. Molti bar e ristoranti quindi potrebbero essere chiusi o chiudere entro le 21. Ti consigliamo di organizzarti di conseguenza.
Sempre organizzandoti per tempo, non avrai problemi a trovare il tuo pranzo di Natale classico, generalmente a base di tacchino ripieno (ma non solo).

Da sud a nord tuttavia le cose cambiano un po', dal momento che le zone più turistiche offrono una più ampia scelta.
Se cerchi un Natale all'insegna della tradizione, basta uscire un po' dalla zona più turistica per assaporare un clima più tradizionale. Il programma natalizio di città come Puerto De La Cruz, La Orotava, La Laguna e della capitale Santa Cruz è denso di appuntamenti, spettacoli e musica tradizionale dal vivo.

Rappresentazione della natività a La OrotovaCapodanno a Tenerife da Sud a Nord

Capodanno classico
Per un veglione classico ti consigliamo di rivolgerti all'hotel che ti ospita, o di prenotare la tua serata in uno dei ristoranti della zona in cui soggiorni.

Capodanno in un locale notturno
Se soggiorni a sud e cerchi un locale notturno dove aspettare la mezzanotte, hai solo l'imbarazzo della scelta.
Playa de Las Americas, Costa Adeje e Playa de Los Cristianos sono costellate di locali che organizzano cene e feste e renderanno indimenticabile la tua serata in attesa del nuovo anno.
A Playa de Las Americas guarda le offerte del famoso Tramps Disco Club (www.trampstenerife.com/events/), dei locali e delle discoteche di Las Veronicas, tra cui la famosa Papagayo (www.papagayobeachclub.com/evento/new-years-eve-2017), del Metropolis (imperdibile per chi ama la musica latina), dell'Hard Rock Cafè (piuttosto costoso).
Ad Adeje la discoteca più famosa è l'Achaman; hai un'ampia scelta anche a Los Cristianos, con i numerosi locali, bar e ristoranti del centro commerciale San Telmo (http://ccsantelmo.com/eng/index.html), e le discoteche tra cui Casablanca, Isla Bonita e Punta Cana. Questi locali propongono musica di tutti i tipi e i migliori dj sulla piazza.

Vista notturna di Tenerife

Anche verso nord non mancano i locali notturni, i club e le disco dove attendere festosamente il 2017, come il Vampis a Puerto de La Cruz, il Buho Club a la Laguna e la discoteca più grande delle Canarie, A Saudade, nella capitale Santa Cruz, dove trovi altri locali noti, tra cui il Sabuu, il Malibu Beach. In questa zona hai anche un'ampia scelta di locali più tradizionali dove ballare salsa e latino, tra cui El Naipe.

Capodanno per le strade
È probabilmente la scelta di una buona parte degli isolani e un'ottima opzione per il turista che vuole condividere con loro quest'esperienza. La gente, vestita di tutto punto, si riversa nelle strade, nelle piazze e nelle spiagge soffermandosi nei bar e localini, godendosi la musica dal vivo e gli immancabili fuochi artificiali. Se ti viene offerta dell'uva non ti stupire: è infatti tradizione mangiare un chicco d'uva a ogni rintocco della mezzanotte del nuovo anno.

Spettacoli pirotecnici
A Tenerife ci si diverte a stupire con effetti speciali, nel vero senso della parola. Non c'è città o luogo sulla spiaggia che allo scoccare della mezzanotte non faccia a gara per proporre i fuochi artificiali più spettacolari e variopinti, negli scenari più incredibili.
Tra sud e nord non perderti gli spettacoli pirotecnici nella spiaggia di Los Cristianos, quelli che dominano dall'alto Costa Adeje, i fuochi di El Medano, la festa in Plaza del Charco a Puerto de La Cruz e i fuochi lanciati dal porto, e la grande festa in Plaza de la Candelaria a Santa Cruz de Tenerife.

Spettacolo di fuochi d'artificio alle Canarie

Dove dormire a Tenerife

Se ti abbiamo convinto a passare le feste natalizie o il Capodanno sull'isola, allora adesso devi trovare l'hotel. A Tenerife abbiamo oltre 200 hotel tra cui potrai scegliere in base alle tue esigenze di budget e ai tuoi gusti. Ti consigliamo di usare i nostri filtri in modo da affinare al meglio la ricerca. Oppure puoi usare il box di ricerca che trovi in alto a destra.

E negli altri giorni del tuo soggiorno a Tenerife?

Di certo non ti annoierai.
Il periodo festivo è perfetto per conciliare riposo, divertimento, festa e tour alla scoperta delle bellezze dell'isola.
Se sei un tipo da "vacanza on the road", affittare una macchina è un must.
Da non perdere:
  • la visita al Parco Nazionale del Teide e la cima innevata del vulcano Teide (3718m), nel tepore delle temperature quasi estive
  • una passeggiata lungo le spiagge più belle dell'isola, come Playa de la Tejita, Playa del Medano e a nord Playa de Benijo, dal panorama mozzafiato
  • il suggestivo paesaggio delle scogliere a picco sul mare di Los Gigantes
  • la visita alla bellissima città di La Laguna, Patrimonio Unesco
  • una gita con tutta la famiglia al Parco Acquatico Siam
  • un concerto della Tenerife Symphony Orchestra nello spettacolare Auditorium di Santa Cruz
Nelle principali città, si svolge inoltre la tradizionale cabalgata (la parata) che accoglie l'arrivo dei Re Magi nella notte tra il 5 e il 6 gennaio, giorno in cui i bimbi dell'isola ricevono i regali!

Vista del vulcano Teide spruzzato di neve

02 novembre, 2016

I Cartelli Stradali Più Divertenti d'Italia e del Mondo

Viaggiare, si sa, può riservare sorprese, alcune simpatiche e divertenti, altre davvero strane e curiose.
È il caso dei segnali stradali più assurdi del mondo, tutti rigorosamente reali, a parte qualche scherzosa eccezione.
Si potrebbe quasi dire "Paese che vai, cartelli stradali che trovi".
Alcuni sono davvero esilaranti, non c'è dubbio, ma ricordiamoci che, per quanto divertenti possano essere, vanno presi sul serio.

Cartelli Assurdi in Italia

1. Nel torinese un segnale di pericolo ad hoc ti preavvisa che se parcheggi sotto i castagni, lo fai a tuo rischio. Il motivo? Pericolo di caduta castagne.

Cartello stradale che segnala il pericolo di caduta castagne

2. Puoi imbatterti anche in insoliti cartelli che ti invitano a prestare attenzione alla caduta di pigne e frutti silvestri. Occhio alla macchina e alla testa.

3. Numerosi comuni italiani avvisano con cartelli espliciti che è vietato contrattare prestazioni sessuali sul territorio comunale, o che è vietata la sosta/fermata per la stessa ragione.

4. Se ti trovi nel centro storico di Sestri Levante, città sul mare ligure, attenzione che il divieto di sosta o fermata su ambo i lati sembra essere valido anche per barche e natanti. E poi non dire che non eri stato avvisato.

Segnaletica stradale per divieto di sosta esteso anche a barche e natanti

5. Il cartello che segnala il divieto di pascolo vagante suscita una certa inquietudine. Meglio sempre guardarsi le spalle, non sia mai che qualcuno abbia eluso il divieto!

6. Anche il cartello che segnala il pericolo di caduta mucche sulla piazzola non lascia certo tranquilli. È probabilmente un falso, ma visto che negli Stati Uniti il cartello che avvisa di prestare attenzione alle mucche che cadono non è poi troppo raro ("watch for falling cows"), nel dubbio è meglio stare attenti. Sai mai che le mucche volanti non siano arrivate da noi.

7. Se ti capita di trovarti di fronte a una segnaletica stradale orizzontale che ti intima un SOTP, o la variante STPO, tranquillo, non si tratta di un nuovo elemento del codice della strada: è più semplicemente un errore di distrazione (si spera). In ogni caso, farai meglio a fermarti.

8. Se in pieno periodo primaverile ti trovi a passare in zone montane o lacustri, in particolare in Lombardia, potrai imbatterti in un singolare cartello di pericolo attraversamento rospi. Non è uno scherzo. Non si tratta di segnali compresi nella segnaletica stradale ufficiale, ma cartelli che possono essere realizzati da singoli enti regionali o associazioni.
Un segnale di questo genere è ufficiale nel Regno Unito.

Divertente il cartello che segnala il pericolo di attraversamento rospi

9. Se ai tuoi figli viene voglia di giocare al pallone all'aperto attenzione perché in alcune aree scoperte è vietato giocare.
Non sono infatti rari i cartelli che avvertono del divieto di praticare giochi, di andare in bicicletta o sullo skateboard in parchi e piazze.
Certo dovrai evitare Poggibonsi, dove un solerte cartello segnalava che era vietato giocare a pallone su tutta la piazza. Ma la cosa non è andata a genio a qualche ragazzino, che con sottile ironia ha aggiunto in pennarello la scritta "allora ci droghiamo".

10. Se ti trovi a Viareggio intento a scovare Pokemon sul tuo smart phone, probabilmente il cartello misteriosamente comparso tra via Cairoli e via Battisti di divieto di caccia ai Pokemon è rivolto anche a te. In realtà si tratta di un simpatico scherzo artistico, sulla scia dei giocosi segnali stradali che negli anni ha creato l'artista Clet Abraham.

Segnali Strani nel Mondo

11. Nel Regno Unito alcuni cartelli invitano a prestare attenzione al passaggio di persone anziane e simpatiche paperelle.

Cartello divertente di attraversamento persone anziane e papere nel Regno Unito

12. Ti trovi all'aeroporto di Aalborg in Danimarca e vuoi salutare il tuo amato o la tua amata?
Un cartello blu ti inviterà a un bacio romantico prima dell'arrivederci.

Cartello kiss and goodbye all'aeroporto di Aalborg, Danimarca

Peccato che la poesia svanisca del tutto quando in alcuni cartelli compare anche una solerte scritta che invita a non far durare i baci più di 3 minuti ("no kisses above 3 minutes"), per la serie baciatevi sì, ma spicciatevi!

13. A Nizza puoi imbatterti in un simpatico gioco di parole, "Nice way".

Cartello divertente visibile a Nizza

14. Se qui da noi trovassimo un segnale che ci inviti a non fare il bagno perché si rischia di essere divorati da un alligatore, ci faremmo certo una grassa risata. In Florida questo cartello è da prendere assolutamente alla lettera. E se stai girando per il paese non mancheranno di avvertirti che qui e lì i coccodrilli vogliono anche attraversare la strada indisturbati ("alligator crossing").

Strano cartello della Florida di divieto balneazione causa alligatori

15. Si potrebbe dire paese che vai bestiola che attraversa che trovi.
Da noi i segnali stradali possono al massimo invitarci a guidare con prudenza per la presenza di animali selvatici. In giro per il mondo, a seconda di dove ti trovi, potrai avere a che fare con l'attraversamento di tartarughe, pinguini (Nuova Zelanda), canguri, emù, koala e dromedari (Australia) e persino orsi (Stati Uniti, Canada).

Divertente cartello stradale della Nuova Zelanda che segnala l'attraversamento pinguini

16. Nei grandi parchi americani ti potrà capitare di essere caldamente invitato a non nutrire i coyote o di stare attento agli orsi con qualche consiglio specifico.

Simpatico segnale presente nei parchi americani

17. Si possono fare inconsueti incontri via terra, e altrettanto inconsueti incontri via mare, anch'essi decisamente da evitare. I segnali presenti in alcune spiagge australiane o brasiliane parlano chiaro, e qui c'è poco da chiedersi e tanto da stare alla larga. Quindi segui alla lettera il messaggio del cartello ed evita incontri ravvicinati del terzo tipo con meduse giganti urticanti e squali.

Segnale di pericolo attacchi degli squali

18. Il cartello che segnala la caduta pinguini ("falling penguins") è sicuramente uno scherzo, ma tra caduta mucche e cartelli con la scritta "caution, falling people", si comincia a essere un po' confusi (sì, attenzione caduta persone; pare non sia affatto uno scherzo. Ma non spaventarti, per quanto inquietante, deve essere solo un riferimento alla pratica del bungee jumping).

Cartello stradale divertente di caduta pinguini

19. Ci sono i cartelli del tipo "meglio un avvertimento in più che uno in meno". Potrai quindi trovare segnali che ti avvisano di avere spigoli affilati, dunque pericolosi ("Caution, this sign has sharp edges"), o altri come quello sotto che invita a non entrare in quella determinata zona quando sommersa dall'acqua.

Strano segnale quello che avvisa di non avvicinarsi quando c'è un alluvione

20. O ci sono quelli della serie "noi l'abbiamo detto, eh", come quello che solertemente vieta di saltare giù dal ponte.

Curioso segnale stradale che vieta di saltare giù dal ponte

Dopo questa carrellata di segnali stradali più o meno strani e divertenti sparsi per il mondo sicuramente non ti sorprenderebbe trovare un cartello che segnala di fare attenzione a gente ubriaca carponi che cerca di attraversare la strada ("caution, drunken people crossing"). Eh no, pare proprio che non sia uno scherzo!

24 ottobre, 2016

Le 21 Terme Più Belle d'Italia da Nord a Sud

L'autunno è arrivato e l'inverno è ormai alle porte: le stagioni migliori per immergersi e rilassarsi nelle benefiche acque delle più belle località termali d'Italia.

Per te l'elenco delle 21 migliori terme in Italia, da nord a sud, in un itinerario "bollente" che inizia dalla Valle d'Aosta e si conclude in Sicilia.

1. Terme di Pré Saint Didier – Valle d'Aosta

Questo piccolo e suggestivo borgo dell'alta valle della Dora Baltea offre un'inaspettata zona termale nello splendido contesto naturale del Monte Bianco.
Meta ideale tutto l'anno, qui si può conciliare il relax con gli sport invernali, con la vacanza culturale o con la scoperta delle bellezze naturali del posto.

2. Acqui Terme – Piemonte  (provincia di Alessandria)

Questa zona termale costituiva un importante riferimento già nell'antica Roma, come dimostrano i resti dell'antico acquedotto romano, tutt'ora visibili.
Proprio la presenza delle terme rende questa cittadina un'importante meta turistica, suggestiva anche per i dintorni e per il suo bel centro storico.
La principale fonte termale sgorga in pieno centro, dalla fontana in piazza della Bollente, da cui esce acqua sulfurea a 75° C.
Non perdere l'occasione di apprezzare i prodotti eno-gastronomici tipici della regione.
Per trovare una sistemazione di tuo gradimento, guarda i nostri migliori alberghi ad Acqui Terme qui.

La fontana di piazza Bollente ad Acqui Terme

3. Bagni di Bormio – Lombardia (provincia di Sondrio)

Quest'antica località si trova nel comune di Valdidentro nell'alta Valtellina, in prossimità del Parco Nazionale dello Stelvio.
In riferimento a quest'area termale storicamente si parla di Bagni Romani, Bagni Vecchi e Bagni Nuovi. Oggi, su questa antica suddivisione e in corrispondenza della recente riapertura delle terme dei Bagni Vecchi, sorgono diverse strutture e alberghi.
I Bagni di Bormio offrono numerose possibilità per godere al meglio delle acque termali locali sia in spazi aperti sia in aree chiuse, con temperature che vanno dai 37° ai 40° C.
Assolutamente da sperimentare sono le piscine panoramiche all'aperto che si aprono su una vista mozzafiato.
Lungo la strada per Livigno, in direzione dello Stelvio, avvolta da uno splendido paesaggio, puoi trovare la pozza termale libera Leonardo da Vinci, che si alimenta con le acque che provengono dai Bagni Vecchi e dai bagni Nuovi.
Per trascorrere le tue notti, puoi consultare le nostre proposte a Bagni di Bormio.

Bagni di Bormio tra le più belle località termali d'Italia

4. Sirmione – Lombardia (provincia di Brescia)

Sirmione, città antica, patria di Catullo, è sia area termale sia località di villeggiatura tutta da scoprire e godersi. Sorge in prossimità del Lago di Garda, tra Peschiera e Desenzano.
Anch'essa offre varie possibilità di fruizione dei suoi centri termali, garantendo una vacanza a 360°, non solo all'insegna del relax e del benessere, ma anche ottimale per il turista che vuole conoscere il territorio e la sua cultura.
Tantissimi gli hotel sul Lago di Garda tra cui puoi scegliere.

Tra le migliori terme d'Italia ci sono anche quelle di Catullo, a Sirmione.

5. Terme di Merano

Merano, città di montagna collocata in una zona particolarmente protetta e dal clima ideale tutto l'anno, offre strutture alberghiere per ogni gusto e necessità e ben 25 piscine interne ed esterne, saune, parchi termali in pieno centro storico. Trova il tuo hotel tra le nostre proposte.

6. Terme di Comano – Trentino (provincia di Trento) 

Queste terme sono immerse nello splendido contesto paesaggistico della Val Gardena.
Nell'800 furono scoperti i resti di un bagno termale romano e della grotta cui si riferisce l'antica leggenda della Sibilla Cumana. Da un punto di vista terapeutico le terme sono curative delle patologie dermatologiche.
Il paesaggio naturale circostante le rende perfette per una vacanza in qualsiasi periodo dell'anno.
Tra i nostri migliori hotel a Comano, ti segnaliamo il Grand Hotel Terme.

7. Abano Terme e Montegrotto Terme – Veneto (provincia di Padova)

Circondate dai suggestivi e antichi Colli Euganei, costituiscono le più grandi stazioni termali d'Europa, e sono caratterizzate da acque sotterranee profonde che sgorgano a 87°C.
Puoi soggiornare in uno dei numerosi alberghi e goderti i centri benessere, le spa, le beauty farm, le saune, le piscine coperte e scoperte che, con le loro temperature tra i 30° e i 34° C, ti consentono di nuotare all'aperto anche d'inverno.
Durante il tuo soggiorno puoi andare a visitare le vicine città venete d'arte e di cultura, come Padova, Vicenza, Verona e naturalmente Venezia.
Consulta le nostre migliori offerte per le terme della zona.

8. Bagno di Romagna – Emilia Romagna (provincia di Forlì)

Immersa nell'Appennino Tosco-romagnolo, questa piccola e suggestiva località termale è circondata dai boschi e dalle foreste del parco nazionale delle foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna. Se cerchi la tranquillità, qui è garantita. Dai un occhio ai nostri hotel a Bagno di Romagna.

9. Tabiano Terme – Emilia Romagna (provincia di Parma)

Con la vicina Salsomaggiore Terme si trova nella valle del Preappennino Emiliano. La ricerca di relax e benessere è ancora una volta conciliabile con percorsi naturalistici e con la visita delle numerose città d'arte della regione.
Tutti da scoprire sono i prodotti eno-gastronomici tipici, che sono parte integrante della storia e della cultura locali e che sono famosi in tutto il mondo, come il Parmigiano Reggiano e il Prosciutto di Parma.
Ecco dove puoi dormire in zona.

10. Montecatini Terme – Toscana (provincia di Pistoia)

Antica città di interesse storico immersa nella Valdinievole, è uno dei più importanti centri italiani per il turismo termale, elemento fondamentale per l'economia del territorio. Di notevole interesse è l'antico borgo di Montecatini Alto, arrampicato sulle colline circostanti.
Trova l'hotel più adatto sulla nostra pagina.
Nelle stessa Valdinievole segnaliamo anche le terme di Monsummano, caratteristiche per le suggestive grotte termali, la Grotta Giusti e la Grotta Parlanti.

11. Bagno Vignoni (provincia di Siena)

Si tratta di un antico borgo termale immerso nel parco naturale della Val d'Orcia. La sua piazza principale, la Piazza delle Sorgenti, è una vasca rettangolare del '500 contenente una sorgente d'acqua termale. Questa cittadina è particolarmente affascinante perché conserva la sua fisionomia originaria, che nei secoli non ha subito sostanziali mutamenti.

12. Chianciano Terme – Toscana (in provincia di Siena) 

È un'altra delle più famose località termali d'Italia. È luogo ideale per una vacanza rilassante, ma anche ottimo punto di riferimento per andare alla scoperta di questa incantevole zona, caratterizzata dalle famose crete, dai vini delle colline di Montepulciano noti in tutto il mondo e dai numerosi splendidi borghi (come Pienza, ad esempio).
Scopri dove puoi dormire a Chianciano.
Tra gli altri centri termali della zona segnaliamo San Casciano di Bagno.

13. Fiuggi – Lazio (provincia di Frosinone)

Terme famose fin dall'epoca romana per le loro proprietà curative, la zona termale, chiamata Fiuggi Terme, è dominata dal centro storico che sorge su una collina e che prende il nome di Fiuggi città (o Fiuggi Vecchia). La zona termale comprende 2 aree, Fonte Bonifacio VIII, immersa nel bosco, e Fonte Anticolana, con numerosi impianti ricreativi e sportivi.
Per l'alloggio, guarda la nostra selezione di alberghi a Fiuggi.

14. Suio di Castelforte – Lazio (provincia di Latina)

Questo suggestivo borgo si trova in un'ampia zona termale immersa nel verde, chiamata Terme Vescine, che si estende lungo un bellissimo contesto naturale a destra del fiume Garigliano.
Qui sgorgano sorgenti che vanno da 0° a 60°, note per essere ricche di iodio.

Castel Forte

15. Terme di Roma, Acque Albule – Lazio (provincia di Roma)

Sono inserite nel contesto della splendida Tivoli, gioiellino da non perdere se soggiorni da quelle parti (guarda qui gli hotel della città). Queste belle e antiche terme sulfuree si trovano nel centro di Bagni di Tivoli e formano quello che viene chiamato Lago della Regina.
Il loro potere curativo e terapeutico era noto fin dai tempi di Catullo.
Anche qui puoi goderti il relax delle calde acque termali secondo le più diverse tipologie e modalità di soggiorno.

16. Terme di Saturnia – Toscana (provincia di Grosseto)

Queste terme, gratuite e aperte, si trovano lungo la strada tra Scansano e Manciano. Con le loro naturali vasche calcaree a gradoni, le loro cascatelle sulfuree, completamente immerse nel verde della campagna Toscana, le terme di Saturnia sono decisamente spettacolari e imperdibili.

Le bellissime Terme di Saturnia, ingresso gratuito, a cielo aperto

17. Bagni di San Filippo – Toscana (provincia di Siena)

Conosciuti anche come il fosso bianco o la cascata della balena bianca, sono vasche naturali immerse negli agglomerati di calcare plasmati nei secoli dalle acque: bellissimo il contrasto con il verde della vegetazione circostante.
Nella stessa provincia ci sono anche le terme libere di Petriolo, dove le correnti calde si mescolano a quelle fredde del fiume Farma.

Bagni di San FIlippo

18. Terme libere di Carletti – Lazio

Sulla strada per Tuscania, sono le più suggestive e ricercate della provincia di Viterbo, con vista aperta tutt'intorno e le acque che raggiungono i 58° C.
Sempre in quest'area segnaliamo anche le belle terme di Bullicame e le 6 vasche all'aperto delle terme del Bagnaccio, accessibili con un contributo di 5 euro.

19. Terme libere di Ischia – Campania (provincia di Napoli)

Fin dai tempi dell'antica Roma Ischia è l'isola delle terme per eccellenza e presenta numerosi stabilimenti termali. Tuttavia, lungo la sua estensione si trovano diverse terme libere in forma di piscine marine naturali o di acque calde che scorrono sulla spiaggia o si mescolano con l'acqua di mare.
Partendo da sud puoi trovare Olmitello, le Fumarole, la spiaggia dell'Agnone e i famosi bagni liberi di Sorgeto, dove acqua termale e acqua marina si incontrano in un tiepido abbraccio. La spiaggia di Sorgeto è raggiungibile via mare, o attraverso 200 scalini che partono dal borgo di Panza.
Per il tuo soggiorno a Ischia puoi scegliere tra oltre 100 hotel.

20. Grotta delle Ninfe a Cerchiara di Calabria (provincia di Cosenza)

Si trova accanto a una piscina a pagamento, ma questa suggestiva grotta è accessibile gratuitamente. In provincia di Catanzaro, invece, puoi  goderti i 39° C delle acque sulfuree delle Terme di Caronte.

21.  Terme di Vulcano sulle isole Eolie

Completiamo la panoramica delle migliori terme in Italia con una ventunesima località che reclama giustamente un posto tra le più belle località termali italiane: stiamo parlando delle suggestive terme di Vulcano sulle isole Eolie, in provincia di Messina.
Aperte da aprile a novembre circa, hanno un costo di 5 euro.
Per un soggiorno alle Eolie, puoi contare sulle nostre offerte più convenienti.

L'isola di Vulcano, nelle Eolie, e le sue terme libere

Conclusioni

Insomma, da nord a sud, l'Italia offre tante bellissime zone termali, alcune inglobate all'interno di strutture e stabilimenti organizzati, altre completamente naturali, a cielo aperto e gratuite, come quelle di Saturnia. Naturalmente nei dintorni delle terme cosiddette "libere" esistono parecchi stabilimenti super attrezzati, ma il nostro consiglio è quello di vivere l'esperienza unica e irripetibile di immergersi nelle loro vasche naturali a cielo aperto, in mezzo alla natura: che sia di giorno o di notte, d'estate o d'inverno, la magia è garantita.

Spesso inserite in contesti paesaggistici e culturali tutti da scoprire, le terme più belle d'Italia sono pronte ad accoglierti offrendo i servizi e le formule di soggiorno più adatte a qualsiasi esigenza.
Le opzioni disponibili incontrano davvero i gusti di tutti: dagli hotel attrezzati ai centri terapeutici, dalle piscine per bambini e adulti ai centri benessere dotati di zone relax con bagno turco, sauna e massaggi.

Share it!