28 novembre, 2016

Settimana Bianca, Dove Sciare: Le 10 Località Sciistiche Top in Italia

All'arrivo dei primi freddi e della prima neve c'è chi trema, ma c'è anche chi gongola: sono gli amanti degli sport invernali. Per loro l'abbassamento delle temperature è la sveglia per destare sci, scarponi e bastoncini dal loro letargo e andare alla ricerca delle offerte per una settimana bianca all'insegna dello sport, del divertimento, del contatto con la natura e di panorami mozzafiato.

Dove andare a sciare dunque?
Dove cercare la scuola sci per i propri bambini?
In Italia c'è solo l'imbarazzo della scelta.

Vacanze sulla neve 2016-17: i migliori posti per sciare

1. BREUIL CERVINIA (Valle d'Aosta)

Cervinia si collega alla località di Valtournenche e di qui alle celebri piste svizzere di Zermatt. Queste tre località fanno parte del comprensorio Matterhorn Ski Paradise, che offre 350 km di splendide piste (e diversi circuiti da fondo) sovrastate da questi incredibili giganti della natura che sono il Cervino e il Monte Rosa.
È il luogo perfetto per le famiglie e per chi sta imparando a sciare: offre principalmente piste intermedie e facili, e alcune per super esperti. Le piste si trovano a quote piuttosto elevate e questo garantisce buon innevamento e impianti aperti per buona parte dell'anno. La pista più famosa del comprensorio è la Ventina: 11 km e 1500 metri di dislivello, su cui fa da guardiano attento il Cervino (4478 m), tenuto d'occhio in lontananza dal Monte Bianco e dal Gran Paradiso. Molto ampia, è adatta anche a sciatori meno esperti.

Skipass giornaliero: 46 euro in alta stagione.
Curiosità: sul Plateu Rosa (a 3500 m) si può sciare anche d'estate.

Se scegli Breuil Cervinia per trascorrere le tue vacanze sulla neve, ti invitiamo a consultare le nostre offerte hotel nella zona.

Vista del Cervino, uno dei luoghi ideali per la settimana bianca 2016-2017

2. LA THUILE (Valle d'Aosta)

È un bellissimo comprensorio attrezzato e moderno tutto da scoprire. Fa parte del più ampio comprensorio sciistico Espace San Bernardo sul confine italo-francese: offre l'accesso a 160 km di piste e suggestive viste panoramiche sul Monte Bianco. Da qui si possono raggiungere con gli sci gli impianti francesi di La Rosiére.
La Thuile è un paradiso di possibilità: piste da fondo, snowkite con vista sul Monte Bianco, freeride, eliski e diverse aree gioco sulla neve per bambini. Se stai trascorrendo qui la tua settimana bianca non perderti qualche ora alle terme di Pré-Saint-Didier, con vasche all'aperto con vista sul Monte Bianco. A La Thuile si trova la pista Tre Franco Berthod, una delle nere italiane più difficili e per un tratto con la maggior pendenza (73%).

Skipass giornaliero: 43 euro.
Curiosità: la Thuile è famosa anche per la produzione di cioccolato.

Guarda la selezione di hotel che abbiamo da offrirti a La Thuile per la tua settimana bianca.

La Thuile, uno dei più bei comprensori sciistici per le vacanze in montagna

3. SESTRIERE in Val di Susa (Piemonte)

Località molto "in" a pochi chilometri dal confine con la Francia, sorta per volontà della famiglia Agnelli, fa parte del vasto comprensorio sciistico Via Lattea che comprende 400 km di piste perfettamente attrezzate. Il complesso sciistico di Sestriere, recentemente rinnovato per i Giochi Olimpici Invernali (2006), conta 164 km di piste per tutti i livelli.
Da Sestriere si può arrivare ad altre 2 importanti stazioni sciistiche della Via Lattea, Sansicario e Sauze d'Oulze. Sestriere offre mille altre opportunità: sci da fondo, sci notturno, escursioni in motoslitta o con le ciaspole, sleddog, eliski, pattinaggio sul ghiaccio.

Skipass giornaliero: 37 euro.
Curiosità: la pista Kandahar Giovanni Alberto Agnelli ospita le gare di Coppa del Mondo di slalom, la pista Banchetta Giovanni Nasi quelle di discesa libera.

Ecco gli hotel dove puoi alloggiare a Sestriere.

Vacanze sulla neve a Sestriere

4. LIVIGNO in Valtellina (Lombardia)

Il comprensorio di Livigno è considerato uno dei più moderni d'Italia, perfettamente attrezzato sia in termini di impianti sciistici (115 km di piste da discesa, 30 km di anelli da fondo) che di strutture ricettive. Con le terme di Bormio a soli 40 minuti, questa località (detta "Piccolo Tibet" per le rigide temperature) permette di conciliare gli sport invernali con il relax degli impianti termali e l'ottima cucina tipica. Se ami lo snowboard non perdere il parco del Mottolino, che ospita tra l'altro importanti competizioni.

Skipass giornaliero: 46 euro.
Curiosità: zona di confine, offre grandi occasioni di shopping grazie al duty-free.

Per le tue vacanze in montagna, dai un'occhiata ai nostri migliori hotel a Livigno e dintorni.

Piste da sci a Livigno

5. DOLOMITI VENETE e Cortina D'Ampezzo

Le Dolomiti non hanno bisogno di presentazioni. Il Dolomiti Superski, con i suoi 1200 km di piste moderne e attrezzatissime circondate da paesaggi incredibili, è il più grande comprensorio sciistico d'Europa. All'interno di questo vasto comprensorio è compreso il circuito della Sellaronda, o giro dei 4 passi, uno degli ski-tour più suggestivi delle Alpi, che collega le 4 valli che circondano il gruppo Sella: Arabba (Veneto), Val Di Fassa (Trentino), Val Gardena e Val Badia (Alto Adige). Per decidere la località più in linea con i tuoi gusti consulta il sito http://www.dolomitisuperski.com/it/zona-sciistica/dolomiti-superski.

Sciare a Cortina

Cortina d'Ampezzo, meta dei vip, ospitale, mondana e servitissima ha forse la pecca di essere un po' isolata e non ben collegata al comprensorio di cui fa parte. Ma oltre a garantire relax, shopping da urlo e divertimento da dieci e lode, Cortina offre 140 km di piste, per tutti i gusti e tutti i livelli, suddivise in 3 principali zone, paesaggisticamente uniche: Pocol-Tofana, Cinque Torri e Lagazuoi, Faloria-Cristallo. Cortina rappresenta un paradiso per i fondisti, gli amanti dello sci d'alpinismo e chi adora fare escursioni e godersi gli splendidi paesaggi invernali, tra boschi, montagne innevate e cieli tersissimi.

Skipass giornaliero: 52 euro in alta stagione.
Curiosità: la pista Olympia delle Tofane ospita ogni anno la coppa del mondo.

Trova l'hotel di Cortina che meglio risponde alle tue esigenze.

6. ALTA BADIA (Alto Adige, provincia di Bolzano)

È considerata da molti il più bel comprensorio sciistico d'Italia. Servita e attrezzata, oltre alle moderne piste quest'area offre ai turisti ottimi alberghi e rinomati ristoranti. Le sua ampie piste, per tutti i livelli, collegano numerose località sciistiche, tra cui La Villa, San Cassiano e Corvara (su questa pagina puoi trovare le nostre migliori offerte hotel a Corvara). Da qui si può accedere al circuito della Sellaronda, attraverso Colfosco e il passo Gardena. Assolutamente imperdibile per chi ama sciare e cerca paesaggi memorabili.
Tra le piste più famose troverai qui la Gran Risa, che ospita la Coppa del Mondo di slalom gigante e la pista Armentarola. Qui c'è pane per i denti di tutti gli amanti della neve e degli sport invernali: nove piste da fondo, piste da freeride, percorsi per lo slittino, uno snowpark per gli amanti dello snowboard, 4 parchi gioco sulla neve per bambini, salite per sci d'alpinismo con le guide, e sentieri per le escursioni con le ciaspole.

Skipass giornaliero in alta stagione: 52 euro.
Curiosità: l'Alta Badia fa parte del comprensorio Dolomiti Superski.

Il circuito della Sellaronda, ideale per chi ama sciare immerso in un paesaggio da favola

7. VAL GARDENA (Alto Adige)

Anche questa zona sciistica è una delle più amate in Italia da chi pratica lo sci a tutti i livelli, ed è apprezzata anche a livello mondiale. Le 3 principali località della zona, Selva di Val Gardena, Ortisei (consulta gli hotel disponibili in zona) e Santa Cristina sono accoglienti, gli impianti moderni ed efficienti, i paesaggi offerti dal Sasso Lungo e dal Gruppo Sella indimenticabili. Con lo skipass Val Gardena-Alpe di Siusi la valle offre ben 175 km di piste da discesa e 115 km da fondo. Da qui è possibile il collegamento con il comprensorio Dolomiti Superski  e l'accesso a circa 500 km di piste con lo stesso skipass. Attraverso Selva di Valgardena ci si collega al circuito di Sellaronda. Anche qui non mancano numerose altre opportunità: freeride, aree organizzate per il freestyle, aree gioco per bambini.

Skipass giornaliero in alta stagione: Val Gardena-Alpe di Siusi, 52 euro. Dolomiti Superski, 57 euro.
Curiosità: una delle piste più note è la celebre nera Saslong dove gareggiano i campioni di coppa del mondo di discesa libera e SuperG, cui si accede da Santa Cristina lungo il Ciampinoi.

8. VAL DI FASSA (Trentino)

Comprende 9 comprensori sciistici che offrono 200 km di piste per tutte le capacità. Il più noto è quello nei dintorni di Canazei (guarda i nostri hotel in città), che si collega alla Val Gardena e ad Arabba attraverso Sellaronda, entrando quindi a far parte del comprensorio Dolomiti Superski. Con lo stesso skipass si hanno così a disposizione ben 500 km di piste nello splendido contesto delle Dolomiti.
Dalla Val di Fassa si arriva anche ad altre zone sciistiche di notevole bellezza, come Moena, Falcade, il passo San Pellegrino, la Val di Fiemme, le bellissime piste di Obereggen e le piste del Lago di Carezza in Alto Adige.
Non mancano 70 km di anelli per gli amanti dello sci da fondo. Famosa tra i fondisti è la lunga e suggestiva pista della Marcialonga, tra la Val di Fassa e la Val di Fiemme, in mezzo ai boschi.

Skipass giornaliero in alta stagione: 48 euro.
Curiosità: la Marcialonga passa in mezzo alla centenaria foresta di Paneveggio detta "foresta dei violini", il fitto bosco di abeti rossi da cui si dice che Stradivari ricavasse il legno per i suoi celebri violini.
Snowboarding a Canazei

9. MADONNA DI CAMPIGLIO (Trentino)

È la vecchia signora delle località sciistiche dell'arco alpino, con una vista da sogno sulle Dolomiti del Brenta e il ghiacciaio dell'Adamello. A Madonna di Campiglio non manca nulla: ospitale, mondana ed elegante, unisce tradizione e modernità. Esiste da quando esiste lo sci, ma i 60 km di piste che la circondano e i suoi impianti sono sempre al passo coi tempi. Tra le piste più famose ci sono la storica pista 3-Tre, la Spinale Direttissima per gli sciatori più esperti, che arriva fino in paese, e la pista panoramica Graffer, perfetta per i principianti.

Ecco i migliori alberghi di Madonna di Campiglio dove dormire.

Vacanze sulla neve a Madonna di Campiglio

Madonna di Campiglio fa parte della Skiarea Madonna di Campiglio insieme a Pinzolo, Folgarida e Marilleva, che comprende 150 km di piste da discesa e una da fondo di 50 km. L'Ursus Snowpark di Madonna di Campiglio è il paradiso dello snowboard freestyle.

Skipass giornaliero in alta stagione: 49 euro.
Curiosità: la celebre pista Fis 3 – Tre storicamente ospitava tutte le discipline di Coppa del Mondo. Oggi ospita le gare di slalom e slalom speciale nel suo tratto finale, il Canalone Miramonti, che ha visto trionfare per tre volte Alberto Tomba.

10. FOLGARIA (Trentino)

A pochi chilometri da Rovereto, questa località sciistica, organizzata e accogliente, è sempre più apprezzata. Amata dai giovani, è perfetta anche per le famiglie. Folgaria rientra nella Skiarea Alpe Cimbra e nello Skirama Adamello Brenta. Con Fiorentini e Lavarone costituisce lo Skitour dei Forti, un percorso sugli sci alla scoperta delle fortificazioni della Grande Guerra.
Le piste piu famose di quest'area sono la Salizzona Fondo Grande (rossa), la Agonistica (nera) e la nera Avez del Prinzep di Lavarone. Famose sono anche le piste di sci da fondo che ospitano importanti competizioni internazionali. Il comprensorio offre altre opportunità: 2 swnowpark per gli amanti dello snowboard, slittino, snowtubing, pattinaggio sul ghiaccio, baby park sulla neve, sleddog e passeggiate sulle ciaspole.

Skipass giornaliero: 40 euro.
Curiosità: nel periodo natalizio  non perderti i mercatini di Natale di Rovereto.

D'inverno le montagne si trasformano in enormi parchi divertimento all'aperto, e con le loro aree curate e attrezzate offrono attività per tutti i gusti, per sciatori e non, per giovani, meno giovani e famiglie.
Vivere la montagna d'inverno vuol dire relax, divertimento, sport, gioco, ma anche contatto diretto con la natura, con la cultura del luogo, con la cucina tradizionale.
La montagna d'inverno si respira, ha il profumo di legno bruciato proveniente dalle baite, dei cibi bollenti, delle bevande calde, dell'aria tersa che ghiaccia le narici.
La montagna d'inverno è la confusione delle piste che si ammutolisce all'improvviso nella maestosità dei giganti di roccia che ti circondano in un abbraccio magico.
Se vuoi provare tutto questo, non perdere un minuto di più, la stagione sciistica è alle porte.
Cerca il luogo più adatto a te e alle tue esigenze e prenota subito la tua settimana bianca!

Share it!